Martedi 19 06 2018 - Aggiornato alle 23:50

Il Carro Trionfale di Gesù Nazareno
DAL 13 AL 16 GIUGNO S. Giovanni Gemini, religione e folklore nella Festa di Gesù Nazareno

In centinaia ogni anno raggiungono San Giovanni per pregare e ammirare il carro di oltre 20 metri

- 30/05/2013

 

Da giovedì 13 a domenica 16 giugno, a San Giovanni Gemini si celebra la sentitissima "Festa di Gesù Nazareno", in cui sentimento religioso e folklore trovando il giusto equilibrio. La devozione per la festa coinvolge non solo i sangiovannesi ed i cammaratesi, ma anche molti credenti dei paesi vicini: centinaia sono ogni anno gli avventori che da ogni parte della Sicilia raggiungono San Giovanni Gemini per pregare e ammirare il carro trionfale che, costruito in circa 20 giorni, supera i 20 metri creando suggestione e timore reverenziale al suo passaggio.

Posticipata a causa delle consultazioni amministrative che quest'anno interessano anche il comune montano, la festa di Gesù Nazareno si svolge di solito la seconda domenica di giugno, ed ha origini antiche essendo stata celebrata la prima volta nel lontano 1677.

I racconti popolari narrano che la statua sia stata trovata da alcuni contadini nei pressi della Montagnola Puzzillo e da lì, su di un carro trainato da buoi, portata in paese; la statua venne poi collocata nella chiesa Madre.

Il Nazareno è una scultura lignea di autore sconosciuto di colore marrone scuro. 

Citando il sito istituzionale del Comune sangiovannese, “Motivo di orgoglio dei sangiovannesi è sicuramente il "Carro trionfale" che viene costruito in occasione della festa. E' trainato, per Corso Francesco Crispi, lungo un percorso declive di circa 400 metri, simbolicamente da una coppia di buoi, in realtà dagli sforzi e dall'entusiasmo di centinaia di fedeli tramite una fune lunga 80 metri.

Con una forma slanciata, è costituito da settori quadrangolari sovrapposti, che si restringono salendo verso la cima, viene addobbato una settimana prima della festa, e impreziosito con stoffe di vaio colore, drappi di velluto, angeli di carta pesta fiori e bandiere multicolore. Alla base, a forma di barca, prendono posto due bande musicali, che durante la scinnuta (il sabato) e l'acchianata (la domenica) con le loro musiche sottolineano la "cunnuciuta" del carro”.

 

Di seguito il programma:

 

giovedì 13

Pellegrinaggio al Pozzo di Gesù Nazareno e accensione della “Fiaccola della pace”

venerdì 14

solenne Processione della s. Croce di proprietà della famiglia Napoli dalla chiesa di S. Lucia alla chiesa Madre

sabato 15

“Mmurditura” degli assi del timone del carro trionfale

“Vistuta di li vua”

“Scinnuta” del Carro Trionfale

domenica 16

Solenne Processione Del Ceri Votivi

“Vistuta di li vua”

“Acchianata” del Carro Trionfale

Spettacolo pirotecnico

 

SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

scrivi alla redazione